“Se un ristoratore ha pochi tavoli, pagate in nero”: i buoni consigli di Paragone. Puntata uno

di Giancarlo Grassi #Politica twitter@gaiaitaliacom #Italia

 

Non potevano mancare i buoni consigli dedicati ad accattivarsi una categoria, o un’altra. Così eccovi pronta e servita la prima puntata dei buoni consigli di Ganluigi Paragone che, ospite di Veronica Gentili a Stasera Italia, ha detto “Voglio essere scorretto fino in fondo, se andate a mangiare in un ristorante e vi trovate davanti pochi tavoli, pagate in contanti e non fatevi rilasciare nulla perché quella si chiama evasione da sopravvivenza”.

Ha aggiunto poi che ad essere salvate saranno le banche, dimenticandosi di certi deputati che vengono eletti e poi lasciano un partito politico per fondarne un altro ed andare a dare buoni [sic] consigli in televisione, mentre percepiscono, continuano a percepire, il loro bravo stipendio con denaro pubblico che passa per le banche. Ma cosa volete che siano, queste… Piccolezze. L’importante sarà la eco provocata dalle parole di Paragone, secondo noi mediocre conduttore televisivo, pessimo politico, ed ancor peggior battutista.

E’ un pessimo esempio quello che invita a infrangere la Legge e che arriva da un rappresentante parlamentare che dovrebbe, piuttosto, battersi nella sede istituzionale che occupa per eliminare quelle ingiustizie, se ci sono e se le vede, che poi gli fanno dire di “pagare in nero” chi ha pochi tavoli. E, per quanto giusta possa sembrare al suo autore l’affermazione, ci sembra opportuno sottolineare che questo paese è stanco di rappresentanti istituzionali che invece di lavorare per migliorare il paese invitano ad agire per renderlo peggiore. Davvero di politici così non c’è bisogno.


(7 agosto 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0