18.3 C
Scandiano
lunedì, Maggio 27, 2024
Pubblicità

Meloni avrebbe fatto avere “35mila euro a un clan di nomadi per la campagna elettorale”

Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa, #Politica

Secondo quanto riportato dal quotidiano Repubblica che cita un verbale segreto della rivelazione di un pentito alla Dda di Roma, spunterebbe il nome della leader di Fratelli d’Italia che avrebbe fatto consegnare, per mano di un suo uomo, trentacinquemila euro a un clan di Latina che la Dda di Roma ritiene essere un clan mafioso.

Repubblica cita l’accusa del collaboratore di giustizia Agostino Riccardo davanti ai “pm antimafia romani, Corrado Fasanelli e Luigia Spinelli, da tre anni impegnati in una serie di indagini su alcune famiglie di origine nomade radicate nel capoluogo pontino, legate a doppio filo ai Casamonica, e che per gli inquirenti hanno messo su delle vere e proprie associazioni per delinquere di stampo mafioso”. Anche Report si era occupato nei mesi scorsi di chiacchierati e mai troppo chiariti rapporti di Fratelli d’Italia con elementi ritenuti legati alla malavita nel latinense.

Secondo il quotidiano dal verbale segreto citato spunta il nome della leader di Fdi. Agostino Riccardo, collaboratore di giustizia, avrebbe dichiarato ai pm: “I soldi consegnati in contanti dentro a una busta del pane davanti al distributore di fronte al bar Shangri-la all’Eur”. L’uomo della Meloni ci salutò dicendo: “Io a voi nun ve conosco. Nun v’ho mai dato gnente”. Meloni replica secca: “Notizia falsa che mi infanga”. Di fatto Meloni è stata rieletta alla Camera nel 2018 nel collegio uninominale di Latina.

Nel 2013 – ha dichiarato Riccardo ai pm Fasanelli e Spinelli – alle elezioni politiche, prima di conoscere Gina Cetrone, presentata da Di Giorgi, al bar eravamo io, Pasquale MaiettaViolaGiancarlo Alessandrini“. Tutti componenti del clan Travali, più volte coinvolti in vicende di estorsione, armi e violenze. Maietta – ha precisato il pentito – ci presentò Giorgia Meloni. Era presente anche il suo autista. Parlavamo della campagna elettorale e Maietta disse alla Meloni che noi eravamo i ragazzi che si erano occupati delle campagne precedenti per le affissioni e per procurare voti. Parlarono del fatto che Maietta era il terzo della lista, prima di lui c’erano Rampelli e Meloni, nonché del fatto che Rampelli, anche se eletto, si sarebbe comunque dimesso per fare posto al Maietta.

Così scrive Repubblica citando il verbale che trovate, insieme ad altri approfondimenti, qui. Fratelli d’Italia è stato flagellato nel sud d’Italia, nel corso del 2020, da una lunga serie di arresti rispetto ai quali la leader del partito si è sempre pronunciata poco, considerando i suoi standard urlatori. Oggi viene tirata in ballo personalmente. Nessuno ha interesse a che sia colpevole, nemmeno lei stessa. E in un paese dove la regola del diritto è la presunzione d’innocenza, la presunzione d’innocenza vale anche per la leader del più forcaiolo tra i partiti dell’arco costituzionale.

 

(6 marzo 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 

 




POPOLARISSIMI

Calabria. Quinto esponente di Fratelli d’Italia arrestato per mafia in otto mesi

di G.G. #Calabria twitter@gaiaitaliacom #Politica   La bionda leader di Fratelli d’Italia, così impegnata a gridare che il governo deve cadere – nel bel mezzo della crisi da Coronavirus, perché la responsabilità politica è tutto per una leader, per quanto bionda – si trova alle prese con un problema un po’ più serio del quale sembra guardarsi ...

Devia i bonifici dell’azienda sul proprio conto corrente: arrestato

di Redazione, #Cronaca Operando da un’altra provincia era riuscito ad entrare nel sistema informatico di un’azienda reggiana decodificandone le credenziali bancarie ed aveva dirottato una transazione pari a 16.500 euro su un istituto bancario presso il quale aveva acceso un conto dedicato alla graziosa attività. Frode informatica è l’accusa grazie alla quale i militari della stazione di […]

La guerra tra Meloni e Salvini per l’egemonia nell’estrema destra suprematista a danno del Paese

di Giovanna Di Rosa, #Politica Le recenti scorribande parlamentari salviniane, le...

Nell’ambito di Fotografia Europea 2021 riaprono “Guido Guidi. Lunario”, a cura di Andrea Simi e Luca Nostri. “Quattro cortili” Project room

di Redazione, #Rubiera Nell'ambito di Fotografia Europea 2021 riaprono alla Corte Ospitale di Rubiera...

Rocca dei Boiardo a Scandiano fa squadra con i Castelli del Ducato

di Redazione, #Scandiano Con radici nella storia. Con la visione...

SCANDIANO

Da oggi potete seguirci anche su Telegram

Notizie in tempo reale sui vostri smartphone e tablet [....]

Cinquecento bambini fanno educazione stradale con la Polizia Locale

Lezioni tenute nel periodo da gennaio a febbraio 2024 [....]

Walk Marathon a Scandiano. Domenica 5 maggio partenza da Piazza Spallanzani

Un camminata non competitiva, con diversi percorsi adatti a tutte le capacità, che si snoda tra i colli scandianesi alla scoperta del nostro territorio [....]

Estorsione con la tecnica del “Boss delle Escort”: denunciata

Minacce attraverso messaggi su whatsapp dove il ragazzo veniva esortato a pagare per aver importunato le ragazze su siti hot: "Paga o faremo del male a te e ai tuoi cari [....]

Subisce il furto della droga, insegue i ladri, cade, si infortuna ed è arrestata per spaccio

Detenzione ai fini di spaccio l'accusa mossa ad una 40enne dai Carabinieri dell’aliquota operativa di Castelnovo Monti che aveva 2 etti di eroina in macchina [....]

I 40 anni dello coop sociale “Lo Stradello”

Uno Stradello “lungo 40 Anni” [....]
Pubblicità

ALTRE NOTIZIE