Strage del 2 agosto, per non dimenticare: i risultati del concorso “Rimetti indietro le lancette della memoria”

di Redazione #2agosto twitter@reggioemilnotiz #Cultura

 

Anche quest’anno i ragazzi dell’Istituto Gobetti di Scandiano hanno partecipato con grande impegno e creatività al concorso “Rimetti indietro le lancette della memoria”, con elaborati incentrati sul ricordo della Strage del 2 agosto di Bologna. L’amministrazione comunale ringrazia tutti i partecipanti, gli organizzatori e i familiari delle vittime, di cui condividiamo lo sforzo per mantenere viva la memoria di questi tragici fatti, affinché non si ripetano più.

Riportiamo uno stralcio della lettera con cui il dirigente scolastico dell’I.I.S.S. ha comunicato i risultati del concorso.

Gli elaborati prodotti sono stati visionati dalla commissione appositamente istituita, che si è riunita, con modalità a distanza, in data 25/04/2020.

I componenti, insegnanti, familiari delle vittime e rappresentanti dei comuni di Scandiano e Casalgrande hanno apprezzato l’impegno, l’originalità e la consistenza degli elaborati, che hanno reputato estremamente toccanti.

Scegliere quali premiare non ha costituito un compito semplice, poiché i prodotti si sono rivelati tutti meritevoli. Tuttavia, la commissione ha espletato il compito cui era stata chiamata e ha decretato la seguente distribuzione.

  • Primo classificato: classe II R IPSSS, cui verrà corrisposta la somma di € 500;
  • Secondo classificato: Rivi Lorenzo, classe V J ITI INFORMATICO cui verrà corrisposta la somma di € 300;
  • Terzo classificato: Armonti Carolina, III M, liceo linguistico, cui verrà corrisposta la somma di € 200.

L’attuale situazione, che vede la sospensione delle lezioni in presenza, non ha ancora consentito di programmare la data in cui avrà luogo la premiazione, che auspichiamo di poter effettuare nel mese di settembre.

Vorrei ringraziare sentitamente ancora una volta quanti hanno aderito all’iniziativa, nelle persone dei familiari delle vittime di quel triste capitolo della nostra storia, Adele Incerti e Maria Vaccaro, per la sensibilità con la quale hanno portato avanti l’iniziativa, in questo momento non semplice. Grazie anche alle personalità istituzionali, Elisa Davoli e Marco Cassinadri, per la disponibilità e la serietà con la quale hanno collaborato con noi. Grazie alla prof.ssa Mara Barbieri, per il prezioso e competente contributo nell’analisi degli elaborati. Grazie, infine, a tutti i nostri studenti e ai loro insegnanti, poiché sono l’espressione del fatto che la storia non si archivia, non si dimentica, ma costituisce la più preziosa risorsa cui fare riferimento perché orrori come quello del 2 agosto 1980 non si verifichino mai più”.

 

(18 giugno 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0