Casalgrande. La Vicesindaco Miselli: “Rendiconto 2019 positivo, nuovo regolamento Imu con tariffa bloccata, slittamento Cosap e rateizzazioni per i contribuenti in stato di necessità”

di Redazione #Casalgrande twitter@CasalgrAmbiente #Politica

 

Un rendiconto positivo, con un avanzo di gestione significativo che potrebbe essere molto utile nella fase post – Covid; un nuovo regolamento IMU e aliquote bloccate, slittamento della Cosap per aiutare le attività di mercato sul suolo pubblico e proroga delle rateizzazioni in corso per tutti i contribuenti che ne abbiano necessità. Questi i tre punti principali delle proposte sui settori finanziario e tributi approvate nell’ultimo consiglio comunale”.
Così l’assessore bilancio e tributi e vicesindaco Silvia Miselli.

Rendiconto 2019

Si evince un risultato positivo nei conti dell’Ente e una situazione di risorse disponibili che ci permette di guardare al futuro, almeno immediato, con una prospettiva fiduciosa. Tali risorse, in particolare quelle accantonate per opere da effettuarsi nel territorio, hanno potuto vedere già nel corso del 2019 un forte utilizzo, grazie sia alla volontà dell’amministrazione e degli uffici preposti, sia al cambiamento delle norme che hanno sciolto i vincoli presenti sul corrente, relativi all’utilizzo degli avanzi. Riteniamo in particolare che in questo momento di forte difficoltà economica, che si rifletterà anche su un territorio come quello di Casalgrande che ha sempre avuto una forte vocazione industriale e artigiana, sia doveroso da parte dell’Amministrazione mettere in campo le risorse, che, attraverso opere pubbliche di varia natura, favoriscano la ripresa del lavoro. Pertanto, stiamo dando particolare attenzione alla formulazione del prossimo piano delle opere, cercando di mantenere la disponibilità dell’avanzo libero, di oltre 3-4 milioni di euro per eventuali interventi sulla spesa corrente che potrebbero essere necessari a causa dell’emergenza in corso”.

 

Nuovo regolamento Imu e Aliquote

E’ stato approvato il regolamento della nuova IMU, che a seguito della legge di bilancio 2019, vede l’unificazione di IMU e TASI; in particolare si è definita una assimilazione alla prima casa per la residenza degli anziani in case di riposo, nuove definizioni per i fabbricati inagibili o inabitabili che godono della riduzione del 50%, nuova classificazione delle unità collabenti. Sono stati anche definiti i comodati a favore dell’ente, che escludono gli stessi dal tributo. Il regolamento approvato sarà disponibile sul sito del Comune nella sezione “Per i Cittadini –> Tributi On Line”, in cui verrà pubblicato a breve. Approvate anche le aliquote IMU, che restano invariate rispetto al 2019, e si unificano alle aliquote TASI. Ricordiamo che la scadenza dell’IMU è rimasta al 16 giugno per l’acconto.

 

Slittano i termini di pagamento per la COSAP delle occupazioni temporanee, che vengono posticipate al 31 dicembre anche per effettuate un ricalcolo dei giorni di occupazione che tenga conto del lockdown appena concluso ma che possa anche, nel malaugurato caso si verificassero nuove sospensioni, recepirle immediatamente. Su questo punto è stato respinto L’Emendamento del M5S che chiedeva la soppressione del canone, soppressione che avrebbe determinato a nostro avviso un trattamento diverso tra categorie e contribuenti non giustificato e iniquo.

 

Proroga delle rate di pagamento

Prorogate anche le rate di pagamento delle ingiunzioni o rateizzazioni in scadenza tra l’8 marzo e il 31 agosto, precedentemente slittate al 30 giugno, che ora passano al 30 settembre, con un sostanziale slittamento del piano di rateazione di 6 mesi.

 

(18 giugno 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0