22.3 C
Scandiano
domenica, Giugno 16, 2024
Pubblicità

Sanità. Salute mentale, lotta alle dipendenze patologiche e reinserimento sociale: interventi dalla Regione

Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

Un piano di percorsi terapeutici e assistenziali innovativi per la promozione e la salvaguardia della salute mentale, la prevenzione e il contrasto alle dipendenze patologiche, il recupero e il reinserimento sociale dei giovani e delle persone che hanno commesso reati.

Avranno il sostegno economico della Regione, che li finanzia con un milione di euro (esattamente 1.008.000 euro), i 39 progetti che saranno realizzati nel 2023 dalle Aziende sanitarie di tutta l’Emilia-Romagna in ambiti particolarmente importanti e delicati, perché riguardano cittadini con fragilità.  La Giunta regionale ha infatti formalizzato il via libera agli interventi, che riguardano l’area Salute mentale, Dipendenze patologiche e Salute nelle carceri, e sono parte integrante del Programma per l’innovazione delle politiche sanitarie e del piano sociale e sanitario regionale del Settore Assistenza Territoriale -Area Salute Mentale Dipendenze patologiche e salute nelle carceri- per l’anno 2023, che ha l’obiettivo di realizzare un piano strutturato su tutto il territorio regionale.

Si tratta di progetti pilota, che rientrano però in un piano strutturato su tutto il territorio, ideati con un preciso obiettivo: affrontare la complessità di queste realtà con nuove soluzioni, che possono diventare esperienze di successo da integrare sistematicamente nella rete di assistenza territoriale della regione Emilia-Romagna.

“Questi progetti- afferma l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini– riguardano ambiti molto complessi e delicati, che spesso coinvolgono i giovani e i giovanissimi e che abbiamo il dovere di affrontare con tutti gli strumenti a nostra disposizione: parliamo di isolamento sociale, dipendenze patologiche e problemi di salute mentale. Situazioni che, come sappiamo, la pandemia ha acuito, ma che già da prima della pandemia avevano iniziato ad imporsi come nuove emergenze. Con questo investimento intendiamo quindi consolidare e migliorare ulteriormente l’offerta dei servizi territoriali messi in campo dalle Aziende sanitarie e Ospedaliere, anche con metodi e approcci innovativi”.

Gli ambiti di intervento

Nel campo della salvaguardia della salute mentale una particolare attenzione è stata riservata ai giovani e ai minori: ad esempio saranno potenziati percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali per le psicopatologie nelle fasce d’età 0-13 anni e 14-25 anni; saranno attivati corsi di formazione specifici per l’intercettazione precoce e il trattamento dei problemi di salute mentale in adolescenti e giovani che accedono al Pronto soccorso, ma anche per il riconoscimento e la cura della sindrome da deficit dell’attenzione (ADHD). Tra le varie attività in programma, il coordinamento della rete “Teatro e Salute Mentale” e la formazione indirizzata agli utenti esperti nel supporto tra pari nella salute mentale.

Molte le iniziative mirate a potenziare il settore della prevenzione e del trattamento delle dipendenze patologiche. Si va dal sostegno ai progetti innovativi dei servizi di prossimità di contrasto all’abuso di alcol e sostanze tra i giovani, al supporto alla formazione universitaria in alcologia, fino alla formazione per gli utenti esperti nel supporto tra pari (Esp) all’interno dei Servizi dipendenze patologiche (SerDP). Particolarmente significativo il progetto di allerta precoce per dare la possibilità agli operatori dei SerDP e delle Unità di strada (Uds) di attivare analisi sulle sostanze pericolose, che prevede la stipula di un protocollo di collaborazione con il laboratorio di tossicologia forense dell’Università di Bologna.

Altro ambito dei progetti è l’integrazione socio-sanitaria, con particolare riferimento all’area del disagio e della non autosufficienza. Tra le iniziative finanziate, un progetto co-housing che prevede il sostegno economico all’abitare affiancato da percorsi di miglioramento dell’occupabilità e di reinserimento sociale; un intervento per affrontare il ritiro sociale che colpisce giovani e giovanissimi che tendono a rifiutare ogni forma di contatto con l’esterno (i cosiddetti ikikomori) e la valutazione delle pratiche assistenziali di prevenzione dell’allontanamento familiare, che prevede la promozione di un modello omogeneo per la valutazione del rischio e il monitoraggio degli esiti per i minori e le loro famiglie biologiche e affidatarie.

Saranno, inoltre, realizzati in tutte le Ausl della regione che ospitano un carcere progetti di sviluppo della telemedicina per i detenuti.

Quando e dove saranno attivati i progetti

Molti dei progetti sono già pronti per essere avviati, altri sono in fase di programmazione e prenderanno il via nei prossimi mesi. L’attribuzione dei progetti alle diverse Aziende sanitarie è stata stabilita sulla base delle specifiche competenze maturate da ognuna con le pregresse attività di approfondimento e sperimentazione. Riguardano l’intero territorio, in particolare: 10 progetti Ausl Bologna; 2 Ausl Ferrara; 1 Ausl Imola; 5 Ausl Modena; 4 Ausl Parma; 7 Ausl Piacenza, 4 Ausl Reggio Emilia; 5 Ausl Romagna e 1 Azienda Ospedaliero Universitaria di BolognaPoliclinico Sant’Orsola.

 

 

(19 luglio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 



POPOLARISSIMI

Calabria. Quinto esponente di Fratelli d’Italia arrestato per mafia in otto mesi

di G.G. #Calabria twitter@gaiaitaliacom #Politica   La bionda leader di Fratelli d’Italia, così impegnata a gridare che il governo deve cadere – nel bel mezzo della crisi da Coronavirus, perché la responsabilità politica è tutto per una leader, per quanto bionda – si trova alle prese con un problema un po’ più serio del quale sembra guardarsi ...

Devia i bonifici dell’azienda sul proprio conto corrente: arrestato

di Redazione, #Cronaca Operando da un’altra provincia era riuscito ad entrare nel sistema informatico di un’azienda reggiana decodificandone le credenziali bancarie ed aveva dirottato una transazione pari a 16.500 euro su un istituto bancario presso il quale aveva acceso un conto dedicato alla graziosa attività. Frode informatica è l’accusa grazie alla quale i militari della stazione di […]

La guerra tra Meloni e Salvini per l’egemonia nell’estrema destra suprematista a danno del Paese

di Giovanna Di Rosa, #Politica Le recenti scorribande parlamentari salviniane, le...

Nell’ambito di Fotografia Europea 2021 riaprono “Guido Guidi. Lunario”, a cura di Andrea Simi e Luca Nostri. “Quattro cortili” Project room

di Redazione, #Rubiera Nell'ambito di Fotografia Europea 2021 riaprono alla Corte Ospitale di Rubiera...

Rocca dei Boiardo a Scandiano fa squadra con i Castelli del Ducato

di Redazione, #Scandiano Con radici nella storia. Con la visione...

SCANDIANO

Si introducono nei locali di una palestra di Scandiano e li danneggiano: denunciati

I carabinieri di Scandiano denunciano alla Procura reggiana un uomo e una donna per i reati di invasione di terreni ed edifici e danneggiamento [....]

Gli perquisiscono la casa e subito dopo esce per cercare altra droga: un arresto a Scandiano

Detenzione ai fini di spaccio l'accusa mossa ad un uomo di 66 anni dai Carabinieri della Tenenza di Scandiano. Sequestrati 4 grammi di cocaina [....]

Da oggi potete seguirci anche su Telegram

Notizie in tempo reale sui vostri smartphone e tablet [....]

Cinquecento bambini fanno educazione stradale con la Polizia Locale

Lezioni tenute nel periodo da gennaio a febbraio 2024 [....]

Walk Marathon a Scandiano. Domenica 5 maggio partenza da Piazza Spallanzani

Un camminata non competitiva, con diversi percorsi adatti a tutte le capacità, che si snoda tra i colli scandianesi alla scoperta del nostro territorio [....]

Estorsione con la tecnica del “Boss delle Escort”: denunciata

Minacce attraverso messaggi su whatsapp dove il ragazzo veniva esortato a pagare per aver importunato le ragazze su siti hot: "Paga o faremo del male a te e ai tuoi cari [....]

Subisce il furto della droga, insegue i ladri, cade, si infortuna ed è arrestata per spaccio

Detenzione ai fini di spaccio l'accusa mossa ad una 40enne dai Carabinieri dell’aliquota operativa di Castelnovo Monti che aveva 2 etti di eroina in macchina [....]
Pubblicità

ALTRE NOTIZIE