Reggio Emilia, Carabinieri trovano oltre un chilo di droga nascosta nelle aiuole vicino all’Ospedale

Altre Notizie

“La Rabbia” è la stagione settembre-dicembre di Teatri di Vita

Sette spettacoli e 1 film dall’Ucraina alla Palestina, dal testo giovanile di Koltès in prima assoluta, all’omaggio a Testori nel suo centenario [...]

La Polizia di Stato arresta sull’Autostrada A13 Bologna-Padova

Colpo grosso della Polizia di Stato nella mattina di ieri, sull’autostrada A/13, quando nell’ambito dei mirati controlli predisposti dalla Polizia Stradale dell’Emilia Romagna, una pattuglia della Sottosezione Polstrada di Altedo, mentre procedeva al controllo di un veicolo industriale presso il casello di Villamarzana/Rovigo sud, notava arrivare dalla superstrada Transpolesana una vettura Peugeot 208 di colore […]

Condividi

di Redazione #Cronaca twitter@reggioemilnotiz #ReggioEmilia

 

Dopo i parcheggi e le pensiline delle fermate degli autobus di Piazzale Europa,  i parcheggi delle auto dello stesso piazzale e le aree verdi del Parco del Popolo ora anche le aiuole condominiali vengono usate come “deposito” di droga a cielo aperto da parte dei pusher che piuttosto di rischiare portando addosso lo stupefacente, occultano in questo modo la droga assicurandosi così l’impunità.

Sono queste le modalità dei venditori al dettaglio che controllano a distanza i vari “nascondigli”, disseminati un po’ ovunque, dove al concretizzarsi dello spaccio indirizzano i vari clienti che prelevano la dose acquistata. Le modalità di occultamento vengono adottate ora anche dai grossisti come testimonia il caso odierno portato alla luce dai carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia, che hanno trovato un ingente quantitativo di droga, oltre un chilo, in alcune aree prospicenti l’ospedale Spallanzani di viale Umberto I a Reggio Emilia.

Si tratta di oltre un chilo di marjiuana e un etto di hascisc, custodite unitamente a un bilancino di precisione, all’interno di un sacchetto nero occultato tra le siepi di un’area verde di un condominio di viale Umberto I.

 

(21 febbraio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: