Il M5S e il programma “Dalla parte giusta”. E se lo dicono loro…

Altre Notizie

Condividi

di Daniele Santi

“Dalla parte giusta, cuore e coraggio per l’Italia di domani”, un retorico slogan al limite dello stucchevole accompagna il programma del M5S, depositato insieme al simbolo,  ieri assieme al simbolo e pubblicato sul sito del Movimento.

Il programma è un documento di tredici pagine che rivendica la realizzazione de “l’80% degli impegni presi nel 2018 con gli elettori”, cambiamenti di idea in corso d’opera a parte, ma il fine giustifica i mezzi. Con questo inno al passato il partito di Conte parla di un domani che vedremo come sarà, dopo la consegna del paese alle urne per i capricci del presidente del partito. Dopo avere fatto saltare il governo Draghi su misure che il governo Draghi sta portando a termine, dicono di voler “portare a termine il lavoro che abbiamo iniziato”. Non è ben precisato quale, dal momento che i punti del programma sono quelli che il governo in carica per gli affari ordinari sta mettendo in fila.

Tra le rivoluzioni irrinunciabili il cashback e la cancellazione definitiva dell’Irap oltre  all’introduzione di un non meglio precisato meccanismo che permetta l’immediato accredito su conto corrente delle spese detraibili sostenute con strumenti elettronici, e anche la richiesta di una “maxi-rateizzazione delle cartelle esattoriali per dare ossigeno a contribuenti e imprese anche dal lato della riscossione” oltre, naturalmente, al “salario minimo a 9 euro all’ora”.

 

(14 agosto 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: