22.3 C
Scandiano
domenica, Giugno 16, 2024
Pubblicità

Matteo Salvini non sa perché Savoini era seduto al suo stesso tavolo (e nemmeno come mai fosse alla sua stessa festa)

Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa #Moscopoli twitter@gaiaitaliacom #Eurubli

 

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini era già ministro dell’Interno, anche se un po’ meno onnipotente di oggi, quando andò a Mosca nel luglio del 2018 e si trovò allo stesso tavolo con gli oligarchi russi ed alcuni suoi collaboratori insieme a Gianluca Savoini (foto Repubblica), quello stesso Savoini che è ora indagato dalla Procura di Milano, per la questione dei fondi russi alla Lega, per corruzione internazionale

Salvini dichiara che Savoini non era “invitato dal ministero dell’Interno” e aggiunge “Che ne so di cosa ci facesse al tavolo?”, ma la sensazione che si ha è che Savoini sedesse proprio al tavolo presieduto da Salvini.

foto Repubblica

Che poi al momento dell’uscita dalla sala il segretario della Lega abbia sbottato contro il suo ex portavoce gridandogli a piena voce che cazzo ci facevi lì è cosa che non ci è dato sapere. E infatti non lo sappiamo. E non facciamo mai supposizioni. Anche se alla festa successiva alla quale Salvini è presente è presente anche Savoini.

Sull’inchiesta poi il segretario della Lega è tranchant: “Questa inchiesta è ridicola”. Poi dà una grande risposta ad un cronista: “Lei cerchi i rubli e i missili, io faccio il ministro dell’Interno”.

Ha i nervi a fior di pelle il ministro-segretario-dio e i suoi webmaster pure: non è che possono bloccare automaticamente ogni commento che contenga Putin, Rubli, Savoini, Russia, Russi, finanziamenti illegali presunti, fondi neri, eurubli, fondi, cazzo, e via di questo passo. Già deve essergli costato bloccare in automatico la locuzione 49 milioni, che rimanda ad un’altra storiella di cui Salvini – “I nostri bilanci sono trasparenti, non siamo un partito ricco” – non vuole sentire parlare.

Alcuni esponenti PD – geniale l’hashtag #primairubli – non vogliono sentire ragioni e chiedono di spiegare come mai la sede di “Lombardia Russia, l’associazione di Savoini” si trovi proprio “nello stesso edificio in cui ha sede la Lega. Insomma la sede del partito di Salvini e quella di Savoini  coesistono a poche decine di centimetri una dall’altra: che cosa strana. Con che credibilità di fronte a questo fanno finta di non conoscere Savoini?”.

Nella mattinata dell’11 luglio si era appresa la notizia che la procura di Milano ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di corruzione internazionale sulla presunta trattativa per finanziare la Lega con soldi russi. La notizia del provvedimento contro Savoini è però trapelata soltanto nel tardo pomeriggio. Accertamenti per capire “se ci siano reati o meno” sono in corso, come affermato dal procuratore di Milano Francesco Greco.

L’inchiesta ha preso il via subito dopo la pubblicazione della ricostruzione della vicenda da parte del settimanale “L’Espresso” (secondo i quali, erano presenti a Mosca, ci sarebbe stato anche un incontro riservato alla sera, nello studio di un avvocato, tra Salvini e Dmitry Kozak, vicepremier russo e delegato agli affari energetici) nel febbraio scorso, prima dello scoop di BuzzFeed che ha fatto esplodere la vicenda. In questo saltar di nervi generale si registra il silenzio assoluto del M5S della coerenza e dell’onestà nel giorno in cui i sondaggi dicono che la Lega ha doppiato il M5S nelle intenzioni di voto.

Non siamo che all’inizio di uno degli scontri più feroci della storia recente d’Italia. Dagli sviluppi imprevedibili. Di fatto pochi giorni dopo gli incontri moscoviti la Lega tenta di “Cancellare il divieto di finanziamento ai partiti da parte di uno Stato straniero. Emendamento 7.23” (targato Lega) allo “Spazzacorrotti” e Fontana dichiara “Basta con le sanzioni alla Russia”.

Solo opinioni personali di un ministro di uno dei partiti di governo?

 

 

(12 luglio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 




POPOLARISSIMI

Calabria. Quinto esponente di Fratelli d’Italia arrestato per mafia in otto mesi

di G.G. #Calabria twitter@gaiaitaliacom #Politica   La bionda leader di Fratelli d’Italia, così impegnata a gridare che il governo deve cadere – nel bel mezzo della crisi da Coronavirus, perché la responsabilità politica è tutto per una leader, per quanto bionda – si trova alle prese con un problema un po’ più serio del quale sembra guardarsi ...

Devia i bonifici dell’azienda sul proprio conto corrente: arrestato

di Redazione, #Cronaca Operando da un’altra provincia era riuscito ad entrare nel sistema informatico di un’azienda reggiana decodificandone le credenziali bancarie ed aveva dirottato una transazione pari a 16.500 euro su un istituto bancario presso il quale aveva acceso un conto dedicato alla graziosa attività. Frode informatica è l’accusa grazie alla quale i militari della stazione di […]

La guerra tra Meloni e Salvini per l’egemonia nell’estrema destra suprematista a danno del Paese

di Giovanna Di Rosa, #Politica Le recenti scorribande parlamentari salviniane, le...

Nell’ambito di Fotografia Europea 2021 riaprono “Guido Guidi. Lunario”, a cura di Andrea Simi e Luca Nostri. “Quattro cortili” Project room

di Redazione, #Rubiera Nell'ambito di Fotografia Europea 2021 riaprono alla Corte Ospitale di Rubiera...

Rocca dei Boiardo a Scandiano fa squadra con i Castelli del Ducato

di Redazione, #Scandiano Con radici nella storia. Con la visione...

SCANDIANO

Si introducono nei locali di una palestra di Scandiano e li danneggiano: denunciati

I carabinieri di Scandiano denunciano alla Procura reggiana un uomo e una donna per i reati di invasione di terreni ed edifici e danneggiamento [....]

Gli perquisiscono la casa e subito dopo esce per cercare altra droga: un arresto a Scandiano

Detenzione ai fini di spaccio l'accusa mossa ad un uomo di 66 anni dai Carabinieri della Tenenza di Scandiano. Sequestrati 4 grammi di cocaina [....]

Da oggi potete seguirci anche su Telegram

Notizie in tempo reale sui vostri smartphone e tablet [....]

Cinquecento bambini fanno educazione stradale con la Polizia Locale

Lezioni tenute nel periodo da gennaio a febbraio 2024 [....]

Walk Marathon a Scandiano. Domenica 5 maggio partenza da Piazza Spallanzani

Un camminata non competitiva, con diversi percorsi adatti a tutte le capacità, che si snoda tra i colli scandianesi alla scoperta del nostro territorio [....]

Estorsione con la tecnica del “Boss delle Escort”: denunciata

Minacce attraverso messaggi su whatsapp dove il ragazzo veniva esortato a pagare per aver importunato le ragazze su siti hot: "Paga o faremo del male a te e ai tuoi cari [....]

Subisce il furto della droga, insegue i ladri, cade, si infortuna ed è arrestata per spaccio

Detenzione ai fini di spaccio l'accusa mossa ad una 40enne dai Carabinieri dell’aliquota operativa di Castelnovo Monti che aveva 2 etti di eroina in macchina [....]
Pubblicità

ALTRE NOTIZIE