22.4 C
Scandiano
domenica, Maggio 19, 2024
Pubblicità

Deducibilità e praticità: i vantaggi dei buoni pasto per i professionisti

Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Scandiano

Generalmente i buoni pasto sono associati alle piccole e grandi aziende, che possono offrire un servizio sostitutivo o alternativo alla mensa. Le piccole aziende solitamente non hanno una mensa, quindi i dipendenti dovrebbero mettere mano al portafogli per mangiare in qualche ristorante o bar limitrofo, o devono portarsi il pranzo da casa. Le grandi aziende, pur avendo solitamente una mensa aziendale, offrono un menu limitato che non sempre incontra i gusti culinari dei dipendenti.

In entrambi i casi la soluzione più conveniente è rappresentata proprio dai buoni pasto, che possono essere spesi dai collaboratori nelle attività ristorative convenzionate, scegliendo il pasto preferito e senza dover mettere mano al portafogli.

Tuttavia i buoni pasto sono ottime soluzioni anche per le partite IVA, le ditte individuali e i lavoratori autonomi che possono acquistarli per loro stessi oppure per i loro collaboratori. Va però fatta una precisazione: le partite IVA cosiddette forfettarie, che quindi operano in un regime agevolato, non possono beneficiare dei vantaggi fiscali previsti per questi benefit, come la deducibilità e la detrazione delle spese. Poiché godono già di numerosi sgravi fiscali non possono scaricare nulla, nemmeno i buoni pasto.

Se lo desiderano possono comunque acquistare i buoni pasto, che rappresentano ugualmente strumenti validi per gustarsi una pausa pranzo secondo le loro preferenze a tavola. Per approfondire maggiormente il discorso rimandiamo comunque all’articolo di approfondimento che spiega come funzionano i buoni pasto per una partita IVA individuale.

Diverso è il discorso per i liberi professionisti e le partite IVA che operano nel regime ordinario. Secondo la Legge di Bilancio 2020 i buoni pasto non concorrono alla formazione del reddito fino a 4 euro giornalieri per i ticket cartacei e 8 euro giornalieri per i ticket elettronici. Oltre ad essere deducibile quindi il buono pasto è esentasse entro questi limiti.

Se il professionista acquista i buoni pasto per i suoi collaboratori può dedurre totalmente il costo per l’acquisto, ma non può dedurre l’IVA agevolata al 4% che viene addebitata dalla società che emette il buono. Se invece il professionista acquista il buono pasto per se stesso, la deducibilità è inferiore. Il costo dell’acquisto del buono pasto equivale al 75% del prezzo d’acquisto, ma entro il limite del 2% del fatturato annuo totale.

La deducibilità dei costi però non è l’unico vantaggio per liberi professionisti e partite IVA in regime ordinario, ma bisogna anche considerare i benefici in termini di praticità e risparmio di tempo e spazio. Non sarà più necessario conservare fatture e scontrini, che occupano spazio e risultano ingombranti, ma è sufficiente un’unica fattura a fine mese comprensiva di tutte le spese fatte per l’acquisto dei buoni pasto.

Questi particolari benefit inoltre sono anche particolarmente flessibili, poiché possono essere spesi direttamente nelle attività convenzionate, oppure usati per fare la spesa al supermercato o nei negozi alimentari online, e ancora per ordinare cibo da asporto e farselo spedire a casa o in ufficio.

 

 

(13 maggio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


POPOLARISSIMI

Calabria. Quinto esponente di Fratelli d’Italia arrestato per mafia in otto mesi

di G.G. #Calabria twitter@gaiaitaliacom #Politica   La bionda leader di Fratelli d’Italia, così impegnata a gridare che il governo deve cadere – nel bel mezzo della crisi da Coronavirus, perché la responsabilità politica è tutto per una leader, per quanto bionda – si trova alle prese con un problema un po’ più serio del quale sembra guardarsi ...

Devia i bonifici dell’azienda sul proprio conto corrente: arrestato

di Redazione, #Cronaca Operando da un’altra provincia era riuscito ad entrare nel sistema informatico di un’azienda reggiana decodificandone le credenziali bancarie ed aveva dirottato una transazione pari a 16.500 euro su un istituto bancario presso il quale aveva acceso un conto dedicato alla graziosa attività. Frode informatica è l’accusa grazie alla quale i militari della stazione di […]

La guerra tra Meloni e Salvini per l’egemonia nell’estrema destra suprematista a danno del Paese

di Giovanna Di Rosa, #Politica Le recenti scorribande parlamentari salviniane, le...

Nell’ambito di Fotografia Europea 2021 riaprono “Guido Guidi. Lunario”, a cura di Andrea Simi e Luca Nostri. “Quattro cortili” Project room

di Redazione, #Rubiera Nell'ambito di Fotografia Europea 2021 riaprono alla Corte Ospitale di Rubiera...

Rocca dei Boiardo a Scandiano fa squadra con i Castelli del Ducato

di Redazione, #Scandiano Con radici nella storia. Con la visione...

SCANDIANO

Da oggi potete seguirci anche su Telegram

Notizie in tempo reale sui vostri smartphone e tablet [....]

Cinquecento bambini fanno educazione stradale con la Polizia Locale

Lezioni tenute nel periodo da gennaio a febbraio 2024 [....]

Walk Marathon a Scandiano. Domenica 5 maggio partenza da Piazza Spallanzani

Un camminata non competitiva, con diversi percorsi adatti a tutte le capacità, che si snoda tra i colli scandianesi alla scoperta del nostro territorio [....]

Estorsione con la tecnica del “Boss delle Escort”: denunciata

Minacce attraverso messaggi su whatsapp dove il ragazzo veniva esortato a pagare per aver importunato le ragazze su siti hot: "Paga o faremo del male a te e ai tuoi cari [....]

Subisce il furto della droga, insegue i ladri, cade, si infortuna ed è arrestata per spaccio

Detenzione ai fini di spaccio l'accusa mossa ad una 40enne dai Carabinieri dell’aliquota operativa di Castelnovo Monti che aveva 2 etti di eroina in macchina [....]

I 40 anni dello coop sociale “Lo Stradello”

Uno Stradello “lungo 40 Anni” [....]
Pubblicità

ALTRE NOTIZIE