Carlo Calenda su Berlusconi e Putin: “Berlusconi oltre Salvini, ma un centrodestra normale?”

Altre Notizie

Condividi

di Daniele Santi

Dopo le dichiarazioni di Berlusconi su Putin, poi ritrattate complici anche le pubbliche grida di Gelmini che non gliele ha fatte passare sotto silenzio, è intervenuto anche Carlo Calenda chiedendosi come mai in questo paese non c’è una destra normale – forse ci sarà se dovesse andare in porto, anche elettoralmente, il suo progetto di destra liberal-democratica.

Con un paio di post dal suo profilo Twitter Carlo Calenda pone quesiti che, fino ad oggi, non hanno avuto risposta nemmeno dai diretti interessati che, piuttosto di rischiare su risposte senza fondamento, preferiscono rigirare le frittate.

 


Calenda sceglie così di contestare, direttamente ed apertamente, lo schierarsi di Berlusconi con le democrazie illiberali dell’est e con l’invasione di Putin, schierarsi subito corretto con pochissima convinzione, ma che andava molto al di là degli endorsement di Salvini, del suo presenzialismo opportunistico-pacifista fucilato in Polonia e dei silenzi di Meloni unica dell’allegra brigata sovranista e illiberale ad avere detto No alla guerra di Putin senza se e senza ma, unica dell’allegra brigata illiberal-sovranista a non avere commentato l’uscita iperconservatrice del leader vetusto.

 

(22 maggio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: